UEG - Consolato Veneto - Bassano

Sei un socio e vuoi essere sempre aggiornato sulle attività di UEG - Consolato Veneto - Bassano clicca su login

Login

Se non sei socio, ma vuoi diventare amico e rimanere aggiornato sulle attività della nostra associazione clicca su registrati

Registrati

Home

Il Consolato Territoriale Veneto - Bassano promuove le eccellenze enogastronomiche del territorio secondo quelli che sono i principi e gli scopi dell'Unione europea dei Gourmet.

Enogastronomia e cultura del territorio

Conviviale del 17 marzo 2018 Treviso

 

TRADIZIONE VENETA DI SELVAGGINA

Caro Confrère,
terminata la pausa per le festività natalizie, riprendiamo le attività associative con il seguente programma per il mese di febbraio 2017:

 

Sabato 18 febbraio 2017: Tradizione veneta di selvaggina
Ore 19.30: Ristorante Da Beppino, Località Ceresara, 1 – 36015 Schio (Vi)
Tel: 0445 670139

 

 

Lo chef Beppino preparerà appositamente per noi dei piatti a base di selvaggina della tradizione Veneta.

  • Aperitivo : crostini con sugo di beccaccia - coscette di quaglia alla salvia - lombo di cervo - uova di quaglia con tartufo - tempura di verdure e foie gras con pan brioche e composta di cipolle.
  • Durello Riserva Dosaggio Zero DOC 2009 Casa Cecchin
  • Sopa coada di colombino
  • Capitel Foscarino IGT 2015 Anselmi
  • Alzavola selvatica allo spiedo con poenta onda, broccolo fiolaro, patate al forno e fagioli
  • Valpolicella Superiore Ripasso 2013 Zenato
  • Semi freddo all' amaretto
  • Dindarello Maculan 2015
  • Dolcetti di carnevale e rufioli con la mostarda

Le prenotazioni obbligatoriamente entro sabato 11 febbraio con ferma raccomandazione al rispetto della puntualità.

Confidando in una Vostra partecipazione numerosa, un cordiale arrivederci.
Il Console Regionale
Sonia Moro

PRANZO DEGLI AUGURI

Domenica 18 dicembre ore 12:30

Pranzo degli Auguri del Consolato del Veneto 



presso Ristorante La Peca 
via Alberto Giovanelli, 2 - 36045 Lonigo (VI) 
tel 0444 830214 
e-mail : info@lapeca.it 

dove la famiglia Portinari ci delizierà con:

PRANZO DELL' OCA

Domenica 13 novembre ore 12:30:

Tradizionale Pranzo dell' Oca presso Ristorante da Gerry, via Chiesa 6, Monfumo (TV ) tel 0423 545082 dove lo chef Gerry Menegon ci farà degustare:

 

 

  • Aperitivo in cantina ( canapé, tartare, durelli ... )
  • Pancotto al radicchio di Treviso e oca nel suo intingolo;
  • Ravioloni ripieni di oca al burro su letto di crauti stufati e castagne;
  • Scaloppa di fegato d’oca alle pere williams caramellate;
  • Oca al forno cotta a bassa temperatura;
  • Contorni abbinati;
  • Rotolo di crespella alla frutta esotica flambata con gelato alla vaniglia;

 

CONVIVIO TRA VENETI E TRENTINI RIEVOCANDO L’IMMAGINARIO DEL PASSATO DEL CASTEL PERGINE

DOMENICA 25 SETTEMBRE 2016

CONVIVIO TRA VENETI E TRENTINI RIEVOCANDO L’IMMAGINARIO DEL PASSATO DEL CASTEL PERGINE

 


Appuntamento del Consolato del Veneto unitamente al consolato del Trentino Alto Adige Domenica 25 settembre ore 12,00 presso il ristorante Castel Pergine – Via al Castello 10, 38057, Pergine Valsugana, tel: 0461 531158 dove lo chef ci proporrà una selezione di piatti per noi appositamente studiati.

 


Il menù dettagliato sarà pubblicato prossimamente.

Prima del pranzo, il dr. Michele Pizzinini, dietologo e nutrizionista, farà una breve relazione.
Dopo il pranzo, per chi fosse interessato, presso il castello stesso ci sarà la possibilità di visitare la mostra dell’artista Jurgen Knubben sul Verticismo.

Il CONSOLE TERRITORIALE
Moro Sonia

L’ASPARAGO BIANCO DI BASSANO

Consueto appuntamento del Consolato del Veneto con l’ asparago bianco di Bassano Sabato 23 aprile ore 20,00 presso il ristorante Al Camin – Via Valsugana, 64 – 36061 Bassano del Grappa (VI) ♦ tel. 0424 566134.

APERITIVO COCKTAILS 

A BUFFET 

  • PICCOLE CREME BRULE COTTE CON ASPARAGI AL TIMO
  • GALLINA PADOVANA IN SAOR D’ASPARAGI
  • MINI HAMBURGER CON ASPARAGI
  • FIORI DI ZUCCA FARCITI AGLI ASPARAGI
  • TOSELLA FRITTA IN PANURA D’ASPARAGI
  • POLENTINA CON ASPARAGI IN UMIDO
  • ANGOLO DEL PESCE
  • SALMONE SELVAGGIO CON ASPARAGI CROCCANTI
  • TARTARE DI TONNO CON FIAMMIFERI D’ASPARAGI
  • CAPESANTE FLAMBEES CON ASPARAGI
  • TONNO AFFUMICATO CON ASPARAGI CONFIT
  • PESCE SPADA MARINATO CON ASPARAGI MARINATI
  • STORIONE ALL’AGRESTO CON ASPARAGI


L’ANGOLO DEL FRITTO: CON PANE, PATATE E MANDORLE

  • ASPARAGI ALLA GRIGLIA
  • SPIEDINI DI ASPARAGI E GAMBERI


RISOTTO CON ASPARAGI

VINI

  • PROSECCO SUPERIORE EXTRA DRY AGOSTINETTO
  • LA PETTEGOLA VERMENTINO TOSCANA IGT BANFI
  • CHIARETTO PASINI


A TAVOLA

  • ASPARAGI ALLA BASSANESE
  • TARTARE DI PESCATO FRESCO TIEPIDO CON ASPARAGI CROCCANTI
  • CREMA D’ASPARAGI AFFUMICATA CON BACON CROCCANTE BURRATA E
  • CAPPASANTA AROMATIZZATA ALL’ASPARAGO
  • TRANCIO DI ROMO CON ASPARAGI STUFATI E SPUGNOLE
  • TRILOGIA ALL’ARANCIA

 

LA CARNE DI CAVALLO

Appuntamento del Consolato del Veneto ♦ Domenica 13 marzo ore 12,30 
presso la Trattoria da Paeto - via Trevisani, 15/B - 36050 Cartigliano (VI) tel. 0424 590318 

dove lo chef ci proporrà una selezione di piatti a base di questo alimento:

APERITIVO
Prosecco Extra Dry Agostinetto - Valdobbiadene

Sfilacci di cavallo

Tartare

Salame ai ferri con polenta

 Breganze Bianco 2015 Vigneto Due Santi – Bassano del Grappa

 

Bigoli al sugo di puledro

Gnocchetti al burro e sfilacci

Vigneti delle Dolomiti Pinot Nero 2012 L Casa del Picchio Baldessari – Povo, Trento

 

Tagliata al rosmarino e contorni misti

 Valpolicella Classico ripasso 2013 Monte Santoccio 

Tiramisu o torta di pere o panna cotta con frutti di bosco

 Moscato d’ Asti 2015 Massolino - Serralunga

 

Caffè

 

A seguire, per chi fosse interessato, ci sarà la possibilità di visitare, con le spiegazioni di una guida, il Museo della Ceramica di Nove (Vi) presso Palazzo De Fabris.

 

PRANZO DEGLI AUGURI

Pranzo Degli Auguri del Consolato del Veneto avrà luogo  domenica 13 dicembre 2015 ore 12:30 presso La Locanda di Piero, via Roma 34, 36030 Montecchio Precalcino ( VI) tel 0445 864827

Auguri


 

OCA DI SAN MARTINO

Una tradizione che ci unirà a pranzo domenica 08 novembre 2015 ore 12:30 presso il ristorante Da Gerry a Monfumo (TV ) tel 0423 545082 gustando la famosa Oca di San Martino 

Oca San Martinno

Aperitivo in cantina con le prelibatezze d’ oca
Giustino B – Prosecco di Valdobbiadene – Ruggeri Valdobbiadene

Scalopa di foie gras con mostarda di radicchio e mele
Moscato vendemmia tardiva “ Forteto della Luja “ Az Agr Forteto della Luja – Loazzolo  

Canederlo di pane e fegatini d’ oca nel consommé d’oca
Freisa Monferrato 2013 – Brezza Francesco Tenuta Migliavacca-San Giorgio Monferrato

Lasagnetta con ragu d’oca al coltello e chiodini
Pinot Blanc “ Les Princes Abbés “ 2012  Domaine Schlumberger – Guebwiller

Oca arrosta cotta al forno a bassa temperatura con purée di patate
Pommard Premier Cru 2007 Chateau Genot- Boulanger

Mela renetta di Monfumo in gabia con salsa Calvados
Moscato d’ Asti 2104 Az Agr Bussia Soprana – Monforte d’ Alba

Caffé

 

Il Console Regionale
Sonia Moro

UNA GRANDE OCCASIONE PER AMANTI DEL FORMAGGIO

Il 21 giugno 2015 il Consolato del Veneto ha organizzato a Roverchiara (Verona), nel Ristorante “Le Quattro Ciacole”, un convivio a base di formaggi, molto intrigante. La degustazione era guidata dai due maestri assaggiatori ONAF Sonia Moro e Alan Bertolini, quest'ultimo console del Trentino Alto-Adige Sudtirol presente assieme ad altri soci.

Il Titolare, Tiziano Scandogliero, anch’egli Maestro Assaggiatore ONAF, ha ricercato per l’occasione vari prodotti caseari, andando a comporre un menù molto particolare, stupendo tutti i Commensali per professionalità e passione: a Lui, un Grande e sentito Grazie.

Il Console Veneto ed il Console Trentino hanno intrattenuto i Commensali su alcuni prodotti caseari, dopo le presentazioni dei piatti da parte di Tiziano e Collaboratori.

Il Menù, che viene presentato a seguire, ha permesso di degustare delle eccellenze lattiero-casearie e di parlare di alcune produzioni spesso nascoste e di nicchia.

 


MENU'

 

Spumante Fulvio Beo Rose “Sboccato al momento”

Molinara 100% - Cà Rugate – Veneto

Antipasto

Lazio: Formaggio Stracchino stagionato da Amatrice

Azienda Biologica Casale Nibbi – Rieti –

Particolare stracchino stagionato

Veneto: Monte Veronese Stagionato 1 anno

Trentino: 1 formaggio in fase di definizione

Muscat d’Alsace 2011 – Paul Blanck – Alsazia - Francia

Primo Piatto

Pasta Cacio e Pepe (pecorino di Farindola e pepe nero di Sarawak)

Terlano Pinot Bianco 2014 – C.S. Terlano

Secondo Piatto

Formaggi a pasta molle, stagionati ed erborinato:

Pasta Molle ed Erborinato

Piemonte: Robiola di capra lavorazione lattica

Piemonte: Erborinato Blu del Moncenisio

Lombardia: Robiola di mucca della Valcamonica affinata nella verza

Sicilia: Robiola di capra Girgentana

Don Chischiotte 2012 – Luigi Zampaglione – Campania

Stagionati

Abruzzo: Caciocavallo di Pezzata Rossa

Veneto: Monte Veronese Solo latte estivo 3 anni

Basilicata: Pecorino parco del POllino

Lombardia: Bagoss 4 anni(Forma dedicata)

Lombardia: Bitto Storico 10 anni(Forma dedicata)

Stella Flora 2009 Maria pia Castelli - Marche

Dolce

Gelato al Parmigiano Reggiano Vacche Rosse variegato all’aceto balsamico di Modena

Mojito rivisitato alle fragole e aceto balsamico

Caffè

Miscela Haiti Komet torrefazione Giamaica di Verona

 


 

Alcune note e commenti del delizioso pranzo.

L'incontro è iniziato con una breve relazione sui vari tipi di formaggi in degustazione, sono state illustrate alcune metodologie tecniche di produzione degli stessi, distinguendo tra quelli industriali e quelli di malga, tra quelli a latte crudo e quelli a latte termizzato, tra quelli erborinati e non, tra quelli a pasta molle, semidura e dura: la varietà dei formaggi era veramente ampia

La scelta oculata dei vari formaggi impiegati nel menù, ha permesso di toccare diversi punti particolari di questo complesso mondo.

Si sono degustati alcuni formaggi a pasta molle, a breve maturazione, in particolare uno Stracchino prodotto in una zona montuosa vicino al Parco Nazionale del Gran Sasso: un ambiente incontaminato con persistenza della millenaria cultura contadina. Lo Stracchino è prodotto da latte vaccino crudo intero, dal sapore burroso, leggermente acidulo. Altro formaggio italiano a pasta molle presente è stata la Robiola, sia di capra che di vacca, di cui una prodotta con cagliata lattica (ovvero lasciando acidificare il latte naturalmente e quindi senza l’aggiunta tradizionale di caglio). In particolare la Robiola Girgentana prodotta in Sicilia presentava una pasta morbida e cremosa dal sapore dolce e delicato con una nota acidula di limone, un bel equilibrio fra la parte grassa e le proteine presenti nel prodotto.

Si è degustato successivamente un “pressoché introvabile” Erborinato blu del Moncenisio, della Val di Susa, posto appena prima del confine Francese, che ci ha portati verso i sentori del Roquefort (Francia), pur essendo questo, non a base di latte ovino ma vaccino: eccezionale.

Ci è stata servita una suntuosa pasta “cacio e pepe”, che ha lasciato tutti a bocca aperta: pepe eccellente di Sarawak e il cacio di Farindola da latte di pecora e caglio suino, unico al mondo, prodotto fin dai tempi dell'antica Roma. I profumi e i sapori che presentava erano di erba e fieno, note di sottobosco e sentori muschiati.

Tra i formaggi stagionati, un Caciocavallo di pezzata rossa, molto particolare ed un Monte Veronese estivo, quindi di malga, di tre anni prodotto in Lessinia, di antica origine presente fin dal 1200 grazie ai Cimbri, dei coloni tedeschi che si erano insediati nella zona. Il formaggio si presentava con sapori intensi e spiccate note erbacee e floreali. A seguire, un ottimo Pecorino del Pollino, eppoi un Bagoss di 3 anni di stagionatura ed un Bitto storico di ben 10 anni. Questi ultimi due formaggi presentati “in forma”, ovvero in tutta la loro bellezza naturale della cosiddetta “forma di formaggio intera”: stupende all’occhio…! Ad un certo punto, il rito della loro apertura ha stupito tutti: la tecnica e l’esperienza di Tiziano ha permesso di assistere a due aperture insolite.

All'interno di questa categoria di formaggi stagionati, si sono apprezzati sentori evoluti che spaziavano da aromi lattici maturi, a profumi tropicali come l'ananas, a sentori di bosco e sottobosco di funghi, muffa nobile, legna secca. Un ventaglio di aromi e sapori che hanno stupito tutti i commensali.

Per finire, un “gelato al Parmigiano Reggiano Vacche rosse variegato all’aceto balsamico di Modena”, molto particolare, prodotto da latte di vacche rosse autoctone della stessa zona di produzione del formaggio: latte contenente una tipologia di grasso e di proteine particolari che conferiscono sempre delle note degustative uniche ai prodotti che ne derivano. Un dessert a base di formaggio, chi lo avrebbe mai detto!!

E' stata un'esperienza interessante che ha destato curiosità e piacevolezza.

Consoli Teritoriali
Veneto, Sonia Moro 
Trentino Alto Adige-Sud Tirol, Alan Bertolini